francesco iodice marketing manager e docente corsi di formazione novara

Cosa ho fatto

Cosa ho fatto a Novara come consigliere comunale

Come consigliere comunale con Delega all’Innovazione e Digitalizzazione del Comune di Novara ho portato a termine durante il mio incarico diversi obiettivi. Alcuni erano legati all’ottimizzazione delle risorse e all’abbassamento dei costi, senza svalorizzare i servizi per gli utenti finali: i cittadini novaresi. Altri erano più orientati al Marketing territoriale, per cercare di stabilire partnership e sinergie, sia a livello regionale che nazionale, in grado di portare il case history delle innovazioni e delle piattaforme create in home, adottate e validate dal Servizio ICT del Comune di Novara.

Per ogni obiettivo che ho raggiunto voglio e devo condividere il merito con il team che mi ha permesso di realizzarli: il Servizio ICT del Comune di Novara e il Dirigente che era in servizio durante il mio mandato, l’Ing. Alvaro Canciani, ai quali va il mio più sincero grazie!

  • Iscrizione del Comune di Novara a “Osservatorio Smart City ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani)” con possibilità di accedere a nuovi bandi
  • Risparmio di 80.000 euro (sostituzione suite Microsoft con Libre Office)
  • Organizzazione Primo Novara Digital Day (PISU Ipazia – Centro di ricerca per le Malattie Autoimmuni, 22 aprile 2016) Con Fondazione TIM. Ospite Prof. Bruno Lamborghini (Università Cattolica e Olivetti)
  • Totem NOVARA PER TUTTI in Università Piemonte Orientale
  • Promozione dell’adesione del Comune di Novara a SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale)
  • PISU – Nuovo Centro di ricerca per le Malattie Autoimmuni PISU Ipazia (Internet, Rete, Impianti audio-video Sala conferenza)
  • Comunicazione dei servizi offerti dall’ICT ai novaresi
    Conferenza stampa sui servizi offerti dal Comune e organizzazione del Primo Novara Digital Day
  • Networking per il nostro Comune con Enti, Università (UPO e Cattolica) e stakeholder
  • Implementato l’utilizzo di PagoPA da parte del Comune di Novara con materiali dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID)