Sanremo 2018, Baglioni, Fiorello e lo Stato Sociale (che ha già vinto)

Confesso. Ho sempre guardato Sanremo. Ogni anno mi prometto di non guardarlo, non mi piacciono i cantanti in gara, i super chachet che gridano vendetta, etc. etc. Ma poi… finisco sempre per cedere.

E allora ecco cosa penso di questo Sanremo. Grandissimo Fiorello, uno showman che sa far ridere ancora senza dover ricorrere ca##o, fi#a, tro#a. Sembra di essere in un villaggio con un animatore vecchia scuola, capace di far ridere senza impegno. Orgoglio siciliano.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=VYAeMJKPdgk&t=6s]

Claudio Baglioni che io adoro più come cantautore che come presentatore ha portato a Sanremo rispetto alla sicurezza revival di Carlo Conti delle ultime due edizioni il suo finto snobismo e tutta la qualità di uno degli artisti più evoluti della nostra canzone. Può piacere o no, ma Claudio di canzoni nazionali ne ha fatte talmente tante che può permettersi il lusso di sperimentare.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=xZ0j3qqLkXA&t=22s]

Nota di merito per Pier Francesco Favino. Uno dei più grandi attori italiani, per me ancora sottovalutato. Che possa essere la volta buona per esplodere come sul palco durante il suo mash-up di canzoni sanremesi.

E alla fine il più grande resta sempre Lucio Battisti. Con tutto l’Ariston a cantare “Un’Avventura“… Tu chiamale se vuoi, Emozioni.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=z3TbSks3i3c]

Ma la canzone che più mi ha colpito è stata Una vita in vacanza dei Lo Stato Sociale. Alla fine del pezzo mi sono girato verso mio fratello e, senza aver sentito ancora altre 13-14  canzoni, ho predetto la vittoria finale. Vedremo sabato. Il pezzo ha il solito carico empatico di sinistra bolognese e i ragazzi sono scanzonati come dei monelli in gita.Il testo si concentra ancora una volta sul tema del lavoro, attacca Trump (sei fuori!! Go Out !! You’re fired !!) topic della band da primo maggio e poi lei…

“La vecchia che balla” manda over…

Vinceranno loro? Lo scopriremo solo vivendo.

Testo Una vita in vacanza
Lo Stato Sociale

E fai il cameriere, l’assicuratore
Il campione del mondo, la baby pensione
Fai il ricco di famiglia, l’eroe nazionale
Il poliziotto di quartiere, il rottamatore
Perché lo fai?
E fai il candidato, poi l’esodato
Qualche volta fai il ladro o fai il derubato
E fai opposizione e fai il duro e puro
E fai il figlio d’arte, la blogger di moda
Perché lo fai?
Perché non te ne vai?

Una vita in vacanza
Una vecchia che balla
Niente nuovo che avanza
Ma tutta la banda che suona e che canta
Per un mondo diverso
Libertà e tempo perso
E nessuno che rompe i coglioni
Nessuno che dice se sbagli sei fuori

E fai l’estetista e fai il laureato
E fai il caso umano, il pubblico in studio
Fai il cuoco stellato e fai l’influencer
E fai il cantautore ma fai soldi col poker
Perché lo fai?
E fai l’analista di calciomercato
Il bioagricoltore, il toyboy, il santone
Il motivatore, il demotivato
La risorsa umana, il disoccupato
Perché lo fai?
Perché non te vai?

Una vita in vacanza
Una vecchia che balla
Niente nuovo che avanza
Ma tutta la banda che suona e che canta
Per un mondo diverso
Libertà e tempo perso
E nessuno che rompe i coglioni
Nessuno che dice se sbagli sei fuori
Sei fuori, sei fuori, sei fuori, sei fuori

Vivere per lavorare
O lavorare per vivere
Fare soldi per non pensare
Parlare sempre e non ascoltare
Ridere per fare male
Fare pace per bombardare
Partire per poi ritornare

Una vita in vacanza
Una vecchia che balla
Niente nuovo che avanza
Ma tutta la banda che suona e che canta
Per un mondo diverso
Libertà e tempo perso
E nessuno che rompe i coglioni
Nessuno che dice se sbagli sei fuori.

Grazie della tua attenzione, Enjoy😀
Francesco Umberto Iodice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.